Immigrati: procuratore Agrigento, indagati tunisini Lampedusa identificati
Immigrati: procuratore Agrigento, indagati tunisini Lampedusa identificati
Di Natale, gli altri lo saranno non appena conosceremo i loro nomi, il reato e' clandestinita'

Palermo, 1 mar. - (Adnkronos) - La Procura di Agrigento ha iscritto nel registro degli indagati alcune centinaia degli oltre 6.000 immigrati tunisini sbarcati nelle scorse settimane sull'isola di Lampedusa con l'accusa di immigrazione clandestina. A darne conferma il procuratore capo di Agrigento Renato Di Natale che pero' sottolinea al'ADNKRONOS: "Abbiamo iscritto nel registro degli indagati i tunisini identificati, non so esattamente quanti sono ma certo diverse centinaia di tunisini, molti altri non sono ancora stati identificati ma saranno indagati non appena conosceremo le loro generalit, anche quando saranno trasferiti negli altri Centri d'accoglienza.

E' un atto dovuto perch dobbiamo applicare la legge Bossi-Fini. Nel momento in cui vi sar riconosciuto lo status di rifugiato politico allora l'accusa verr archiviata. Ma fino ad allora siamo costretti ad aprire un fascicolo per ogni immigrato arrivato perch ritenuto clandestino. Visto che Lampedusa fa parte del territorio della Procura agrigentina siamo noi competenti. Certo, sar una fatica ma noi stiamo gi lavorando a spron battuto".

Di Natale non esclude, inoltre, che "alcuni dei nomi dati dagli immigrati tunisini arrivati potrebbero essere falsi e magari si potranno conoscere soltanto in seguito, in quel caso si aggiunger oltre al reato di immigrazione clandestina anche quello della falsa generalit ". Intanto, prosegue il lavoro di fotosegnalamento e del prelievo delle impronte sugli immigrati tunisini ancora ospiti del Centro di accoglienza di Lampedusa.

(Ter/Gs/Adnkronos)