Libia: don Mussie Zerai, pericolo per i profughi
Libia: don Mussie Zerai, pericolo per i profughi

Roma, 1 mar. - (Adnkronos) - "Persone cacciate dalle loro case, accoltellati rapinati sotto casa e per le strade di Tripoli, stanno vivendo il terrore ovunque sono disperati, come gi il vescovo di Tripoli mons. Martinelli ha spiegato i profughi sono le persone pi esposte ad ogni violenza da pi parti". Lo afferma don Mussie Zerai, presidente dell'Agenzia Habeshia per la Cooperazione allo Sviluppo, che riporta la testimonianza di un ragazzo sulla drammatica situazione che stanno vivendo gli eritrei in Libia.

"Serve un urgente piano di evacuazione di tutti profughi africani per salvarli la vita, soprattutto quelli che sono a Tripoli, - aggiunge - c'e' un rischio serio di un bagno di sangue le vittime saranno soprattutto i profughi. La rabbia dei manifestanti contro il regime e contro i mercenari si abbatter sui poveri profughi africani che sono molti a Tripoli, solo gli eritrei sono quasi 2000".

"Finalmente sembra rendersi conto della gravit della situazione anche l’Unhcr da Ginevra" sottolinea facendo riferimento all’appello "divulgato ieri chiedendo una evacuazione dei profughi africani. Speriamo che trovino orecchie attenti nei governi Europei, Canada, Usa, Australia - conclude - auspichiamo un intervento urgente per salvare questi profughi da eventuali massacri indiscriminati a danno di tutti gli africani spinti dalla caccia al mercenario del regime. Ormai e chiara a tutto l’Occidente quale l’attuale situazione di pericolo in Libia, nessuno potr dire non sapevamo la gravit delle persecuzioni in atto in queste ore in Libia".

(Sin/Col/Adnkronos)