Libia: evacuate 800 persone, si discute su Trattato e No Fly Zone/il punto (2)
Libia: evacuate 800 persone, si discute su Trattato e No Fly Zone/il punto (2)
avv. Vassalle, ritorno monarchia sarebbe fattore stabilita'

(Adnkronos) - Un eventuale ritorno al potere in Libia della famiglia reale libica ''costituirebbe un fattore di enorme equilibrio'' per il Paese nordafricano, sottolinea l'avvocato Roberto Vassalle. ''In tutta l'area -rileva Vassalle, vicino alla famiglia reale- le monarchie hanno sempre assicurato stabilit. La situazione in Libia estremamente preoccupante, si registra un numero di morti e feriti impressionante. Prima di ogni altra cosa necessario riportare un minimo di ordine e pace nel Paese''. Dopo che Re Idris fu deposto da Gheddafi nel 1969, il ritorno all'opzione monarchica, quindi, ''potrebbe oggi assumere un ruolo di decisiva stabilizzazione tra tutte le componenti della societ libica. Il ritorno del re -prosegue Vassalle- avrebbe anche la funzione fondamentale di argine a derive pericolose come il fondamentalismo islamico''.

Intanto si registrano nuove testimonianze di violenze. Sono ''persone cacciate dalle loro case, accoltellati rapinati sotto casa e per le strade di Tripoli, stanno vivendo il terrore ovunque sono disperati, come gi il vescovo di Tripoli mons. Martinelli ha spiegato i profughi sono le persone pi esposte ad ogni violenza da pi parti", afferma don Mussie Zerai, presidente dell'Agenzia Habeshia per la Cooperazione allo Sviluppo, che riporta la testimonianza di un ragazzo sulla drammatica situazione che stanno vivendo gli eritrei in Libia.

"Serve un urgente piano di evacuazione di tutti profughi africani per salvargli la vita, soprattutto quelli che sono a Tripoli -aggiunge- c'e' un rischio serio di un bagno di sangue le vittime saranno soprattutto i profughi. La rabbia dei manifestanti contro il regime e contro i mercenari si abbatter sui poveri profughi africani che sono molti a Tripoli, solo gli eritrei sono quasi 2000". (segue)

(Sin/Pn/Adnkronos)