Milano: operazione Gdf, sei arresti per clonazione carte credito e prostituzione
Milano: operazione Gdf, sei arresti per clonazione carte credito e prostituzione

Milano, 1 mar. (Adnkronos) - Al termine di una indagine in corso da piu’ di un anno, la Guardia di Finanza di Milano ha eseguito 18 perquisizioni e 6 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di cittadini italiani e rumeni, indagati per associazione a delinquere finalizzata alla clonazione di strumenti di pagamento elettronici, sfruttamento della prostituzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore milanese Nicola Balice, hanno permesso di ricostruire un’associazione a delinquere transnazionale composta da 11 persone. Dagli accertamenti emerso che l’organizzazione, attraverso delle cellule dislocate in Romania, Gran Bretagna e Spagna, reperiva i codici delle carte di credito, verosimilmente carpiti attraverso tecniche di phishing informatico, che venivano impressi su carte magnetiche vergini, successivamente utilizzate per effettuare acquisti presso negozi compiacenti.

I finanzieri hanno ricostruito i flussi finanziari attraverso cui gli utilizzatori finali delle carte clonate, avvalendosi di circuiti di pagamento internazionale (tra cui western union), ricompensavano gli incaricati del reperimento dei codici all’estero. Nel corso delle indagini inoltre, sono stati individuati 2 spacciatori di droga e 8 rumeni dediti allo sfruttamento della prostituzione di giovani donne connazionali, le cui prestazioni venivano offerte ai potenziali clienti tramite annunci pubblicati su siti internet. Il giro d’affari realizzato dagli indagati stato stimato in oltre 1 milione di euro.

(Red-Dra/Ct/Adnkronos)