** Notiziario servizi pubblici ** (16)
** Notiziario servizi pubblici ** (16)

(Adnkronos/Ign) –

Sanita': morte in culla, in Toscana negli ultimi due anni non ha superato lo 0,3 per mille

''Se in Toscana la mortalita' per Sids si e' ridotta, non superando negli ultimi due anni lo 0,3 per mille, cioe' i livelli minimi internazionali, questo lo si deve all'impegno congiunto di tutte le componenti che ruotano intorno al percorso nascita: oltre all'assessorato al diritto alla salute, il Centro regionale Sids del Meyer, l'associazione Semi per la Sids, i pediatri di famiglia e quelli che lavorano nei punti nascita, le ostetriche, gli infermieri. All'associazione delle famiglie, di cui si celebrano oggi i vent'anni di attivita', va il mio ringraziamento per il suo ruolo nel sostenere i genitori, promuovere la ricerca scientifica, sostenere le campagne per la riduzione del rischio''.

L'assessore alla Salute della Reggione Toscana, Daniela Scaramuccia, partecipera' domani, martedi' 1 marzo, alle ore 12, al convegno ''1991-2011. 20 anni di attivita' dell'associazione Semi per Sids onlus'', che si terra' per l'intera giornata (dalle 9.30 alle 18) nel Salone Brunelleschi dell'Istituto degl'Innocenti di Firenze, per ricordare, appunto, i vent'anni dell'associazione.

La Sids (Sudden Infant Death Syndrome, sindrome della morte in culla) e' tra le principali cause di morte nel primo anno di vita nei Paesi industrializzati. La maggior parte delle morti per Sids si verifica durante i primi 6 mesi di vita, con un'incidenza massima tra il secondo e il quarto mese. (segue)

(Ign/Opr/Adnkronos)