** Notiziario servizi pubblici ** (17)
** Notiziario servizi pubblici ** (17)

(Adnkronos/Ign) –

Sanita': morte in culla, in Toscana negli ultimi due anni non ha superato lo 0,3 per mille (2)

Condizioni associate a un maggiore rischio di Sids sono il sesso maschile, la nascita pretermine e/o il basso peso alla nascita, la posizione prona o di fianco durante il sonno, l'eccessiva copertura della testa, l'esposizione a elevate temperature ambientali e al fumo di sigaretta. Nei Paesi dove vengono attuate le campagne di riduzione del rischio, l'incidenza della Sids si e' ridotta di oltre il 50%, aggirandosi attualmente intorno allo 0,5 per mille.

Il Centro regionale per lo studio e la prevenzione della Sids della Toscana e' stato il primo in Italia, e svolge tuttora un ruolo di guida a livello nazionale. Nel 2011, la Regione Toscana portera' avanti gli interventi gia' avviati negli anni scorsi per conoscere sempre meglio il fenomeno e ridurre ancora la mortalita' per Sids: un percorso formativo rivolto agli operatori impegnati nel percorso nascita, ai pediatri, al personale del 118 e del pronto soccorso; le azioni informative che coinvolgono il 100% dei nuovi nati in Toscana (colloquio, distribuzione dei de'pliants, corsi di preparazione alla nascita, questionari o); la stesura di linee guida per monitorare e valutare la campagna di riduzione del rischio Sids. (segue)

(Ign/Opr/Adnkronos)