Ricerca: il pigro risveglio del cervello, 5 minuti per carburare (2)
Ricerca: il pigro risveglio del cervello, 5 minuti per carburare (2)

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - Lo studio ha dimostrato che le aree cerebrali posteriori coinvolte nell'analisi e integrazione delle informazioni sensoriali sono quelle che continuano a presentare un’attivit elettrica sincronizzata tipica del sonno, come se fossero le pi 'lente' a risvegliarsi.

"Tutto iniziato molti anni fa - spiega Luigi De Gennaro, coordinatore della ricerca - quando abbiamo iniziato lo studio sistematico della fase in cui ci si addormenta e il risveglio. L’idea di base, si potrebbe semplificare, era che le diverse aree cerebrali non si addormentassero e svegliassero tutte allo stesso tempo. La persistenza di un funzionamento cerebrale in specifiche regioni ancora tipica di un individuo sveglio (mentre addormentato) o quella ancora tipica di un individuo che dorme (al risveglio), avrebbe spiegato tutta una serie di fenomeni comunemente sperimentati, per esempio le allucinazioni ipnagogiche o ipnopompiche".

La scoperta presenta prospettive potenzialmente applicative per tutte quelle professioni che richiedono una rapida operativit (vigili del fuoco, operatori sanitari di pronto soccorso, forze dell’ordine, ma anche astronauti e militari impegnati in scenari bellici). "Si potrebbe immaginare un sistema di sensori elettroencefalografici (Eeg) - ipotizza De Gennaro - che determini nelle singole regioni cerebrali il livello critico per garantire adeguate prestazioni. Le attuali tecnologie consentono ormai di miniaturizzare i tradizionali Eeg, garantendo una scarsa intrusivit di questi strumenti, cos da renderli compatibili con lo svolgimento delle singole attivit professionali".

(Red-Ile/Col/Adnkronos)