Uranio: Pilia (Provincia Ogliastra), bene fare chiarezza mancano dati epidemiologici
Uranio: Pilia (Provincia Ogliastra), bene fare chiarezza mancano dati epidemiologici
Regione faccia la sua parte

Cagliari, 1 mar. – (Adnkronos) – “E’ positivo tutto ci che porta chiarezza, compresa l’indagine della Procura di Lanusei che sta contribuendo a dissolvere diverse ombre”. Lo ha detto all’ADNKRONOS Bruno Pilia, presidente della Provincia Ogliastra, in cui ricade gran parte del Poligono interforze del Salto di Quirra, dove domenica scorsa sono state trovate, in un magazzino dell’aeronautica 5 casse metalliche con valori di radioattivit fuori dalla norma.

“Ci che manca per in questa vicenda – afferma Pilia -, l’assunzione di responsabilit di chi istituzionalmente si debba far carico del problema, ovvero la Regione Sardegna, in particolare con gi assessorati della Sanit e dell’Ambiente e le Province. La Sardegna, la provincia Ogliastra e la provincia di Cagliari stanno subendo un attacco che le mette a dura prova: delle due l’una, cio davvero i danni alla popolazione, e questo sarebbe gravissimo, o se questo danno sanitario non c’, allora il danno per il territorio e per la sua immagine”.

“Noi, nel nostro piccolo, abbiamo messo su una Commissione d’inchiesta – spiega Pilia – che sta cercando di raccogliere dati in campo epidemiologico, senza volerci sostituire a nessuno, ma per contribuire a fare chiarezza. Siamo, sotto questo punto di vista, fortunati perch siamo una delle due province sarde (l’altra quella di Sassari e quello dell’Ogliastra in comune con quella di Nuoro, ndr) che si dotata del Registro dei tumori. Questo un organismo formidabile come banca dati, che potr dirci nel tempo ed essere utile, per capire se esista o meno una correlazione tra l’attivit del poligono e i tumori , precisamente linfomi e leucemie, sul territorio. Per ora non si ancora stabilito con certezza, ovvero con dati scientifici, quanti, come, chi si ammalato e di quale forma di malattia ha contratto". (segue)

(Coe/Col/Adnkronos)