Bioetica: Calgaro, Api valuta si' se via libera a emendamenti
Bioetica: Calgaro, Api valuta si' se via libera a emendamenti

Roma, 1 mar. (Adnkronos) - "Una buona legge non deve avere come unico scopo quello di affermare dei principi e difendere dei valori, ma bens di renderli declinabili nel vissuto quotidiano, traducendoli in norme chiare, comprensibili, che non diano luogo a contenziosi infiniti e che siano davvero al servizio della dignit di ogni uomo". Lo afferma Marco Calgaro di Api che si astenuto sul biotestamento in commissione Affari Sociali alla Camera.

Calgaro ha motivato il voto di astensione di Api sottolineando "la piena condivisione dei principi e dei valori che ispirano il provvedimento", ma preannunciando "la presentazione di una serie di emendamenti" il cui via libera condizione per "un eventuale voto favorevole". "Il limite di fondo maggiore della legge -spiega Calgaro- quello di avere una caratterizzazione difensiva e prescrittiva, che esprime una fondamentale mancanza di fiducia proprio in quella 'alleanza terapeutica' che dovrebbe esserne il cardine”.

Questi i tre punti critici individuati da Api: il consenso informato al trattamento della persona incapace di intendere e di volere deve essere richiesto sempre, eccetto nelle situazioni di emergenza medica o nelle situazioni di urgenza nelle quali non sia possibile attendere l’arrivo di un parente o fiduciario senza mettere a rischio la vita del paziente. E poi una riscrittura del comma riguardante il consenso informato del minore, che evidenzi attenzione particolare per il consenso del maggiore di 14 anni, che non pu pi essere considerato alla stregua di un bambino. Quindi la totale riscrittura del comma 5 dell’articolo 3, inaccettabile nella attuale formulazione, che obbliga di fatto ad idratare ed alimentare ogni paziente fino alla morte.

(Pol-Mon/Gs/Adnkronos)