Libia: Prodi, problema profughi esiste ma non c'e' avvisaglia esodo biblico
Libia: Prodi, problema profughi esiste ma non c'e' avvisaglia esodo biblico

Roma, 1 mar. - (Adnkronos) - Anche Romano Prodi, da presidente del Consiglio, era impegnato a limitare il traffico di uomini dalla Libia, e nell’attuale crisi un problemi di questo genere potrebbe riproporsi, anche se “non ci sono avvisaglie di esodo biblico”. E’ quanto dichiara l’ex premier Romano Prodi in una lunga intervista concessa a Famiglia cristiana. In merito alla possibilit che riparta la tratta di uomini, Prodi risponde: “Non sono in grado di prevederlo. Per questo prepariamoci! La storia insegna che ci possono essere esodi biblici, anche se attualmente non ne abbiamo avvisaglie o segnali concreti”.

In quanto alla scarsa collaborazione europea su questo fronte, l’ex premier sottolinea: “l’ho detto io prima del ministro Maroni che l’Europa non sta facendo nulla in tema di accoglienza. Da moltissimi anni non faccio che insistere sull’inadeguatezza delle politiche europee per il Mediterraneo. Quando ero presidente a Bruxelles ho proposto una politica di vicinato con i Paesi del Maghreb, la Palestina, Israele (ma anche Ucraina e Bielorussia) e con tutti i Paesi con noi confinanti o vicini. Un anello di amici che avrebbe contribuito al progresso economico e alla distensione”.

(Fpe/Gs/Adnkronos)