Rai: Pardi (Idv), l'atto di Butti nel suo insieme e' da cestinare
Rai: Pardi (Idv), l'atto di Butti nel suo insieme e' da cestinare

Roma, 1 mar. - (Adnkronos) - ''L'ipotesi di talk show a targhe alterne, lanciata dalla destra in commissione di Vigilanza, va rimandata al mittente, con preghiera di rispondere a una serie di domande''. Lo dichiara in una nota il capogruppo dell'Italia dei Valori in commissione di Vigilanza, Pancho Pardi. ''Come si fa -prosegue Pardi- a pensare a una cosa del genere? Dove prende ispirazione il senatore Butti quando formula certe proposte? Da quale democrazia occidentale ha mutuato questo concetto? Forse dall'agricoltura, con rotazione delle coltivazioni e magari il maggese, in occasione del silenzio elettorale?''.

''Il rappresentante del partito della meritocrazia e del liberismo assoluto -prosegue ancora l'esponente dell'Idv- per la sola furia di attaccare Santoro e Floris, mette nel cassetto il valore che si attribuisce al merito, capacit personali, talento, e a share e auditel con il loro ovvio tornaconto economico per la Rai. Questa proposta rivela il valore che il senatore Butti attribuisce alla libert d'espressione: Un tanto al chilo''.

''Ma se proprio dovessimo applicare le misure buttiane -prosegue- anche Ferrara andrebbe alternato, che so, con Norma Rangieri. Il problema, tuttavia, non risiede solo in questo pluralismo da salumeria; ma anche nella volont di rappresentare in tv i soli partiti presenti in parlamento in ragione delle loro proporzioni elettorali, il doppio opinionista, il divieto di applausi e addirittura controcampi, di leggere intercettazioni in tv e rappresentare atti giudiziari ed infine fornire il salvacondotto per gli editoriali di Minzolini. Non quindi questa -conclude Pardi- la norma da contestare ma l'atto nel suo insieme da cestinare''.

(Spe/Pn/Adnkronos)