Rai: bufera su ultima bozza Butti e intanto si lavora ai nuovi palinsesti/Il punto (3)
Rai: bufera su ultima bozza Butti e intanto si lavora ai nuovi palinsesti/Il punto (3)

(Adnkronos) - Per Fli scende in campo la deputata Flavia Perina: "La fantasia del senatore Butti ha partorito una nuova formula: quella dei talk show a targhe alterne. Sperando di non fraintendere, i principi del pluralismo televisivo esigerebbero che il marted e il gioved non ci fossero sempre Floris e Santoro, perch questa sarebbe una 'rendita'. Se cos , non si capisce perch ogni sera a dirigere il Tg1 debba essere Minzolini e a condurre Porta a Porta sia sempre Vespa".

Anche dall'interno della Rai le reazioni non si fanno attendere, a partire da quelle di Michele Santoro e del consigliere d'amministrazione Antonio verro. Secondo il conduttore di 'Annozero' "la maggioranza di governo, dopo aver deciso i vertici della Rai e dopo aver schiacciato il servizio pubblico subordinandolo agli interessi personali del Presidente del Consiglio, pretende di organizzare direttamente anche il palinsesto". "Siamo al Minculpop -conclude Santoro- ma con gerarchi che assomigliano alle caricature dei fascisti".

Di tutt'altro avviso il consigliere Verro: "L'arrivo di Giuliano Ferrara e di Vittorio Sgarbi in Rai, in prima serata, anticipa l'atto di indirizzo sul pluralismo della Vigilanza", dice Verro. Che premette: "Per me gli atti di indirizzo della commissione di vigilanza sono come sentenze: non si commentano. Detto questo auspico che l'atto venga votato da una larghissima maggioranza e a quel punto solo da accogliere. Con l' arrivo di Ferrara e Sgarbi si avverato il sogno della mia vita e cio il pluralismo che aggiunge voci e non le chiude".

(Nex/Pn/Adnkronos)