Sport: Rogge, tenere lontane scommesse illegali da Olimpiadi Londra
Sport: Rogge, tenere lontane scommesse illegali da Olimpiadi Londra
'Federazioni sportive siano sensibili ai risultati sospetti'

Losanna, 1 mar. - (Adnkronos) - Il Presidente del Cio, Jacques Rogge ha elogiato il sistema di controllo della Uefa e della Fifa sulle scommesse sportive, cos come gli sforzi fatti in Cina in questa materia e ha detto che fondamentale un contatto regolare con gli organizzatori dei Giochi di Londra 2012 e le autorit britanniche per evitare il gioco d’azzardo illegale durante i giochi olimpici. "Le regole sono molto rigide, non solo per gli atleti ma anche per il loro ambiente. Si pu squalificare l’atleta e rinviare la causa alla federazione per punirlo -si legge su Agipronews- e lo stesso si pu fare con il loro ambiente, con la mancata concessione di accreditamento ai successivi Giochi", ha detto il Rogge.

"Il problema delle scommesse irregolari deve essere combattuto anche in termini di etica, riciclaggio di denaro e credibilit dei risultati. Dobbiamo presumere che, con il doping, tutti gli sport possono essere colpiti. Abbiamo trovato prove nel calcio, cricket, tennis, equitazione... non proseguo con la lista", ha aggiunto Rogge al meeting del Cio di Losanna. "Noi firmeremo un accordo con le societ di scommesse e le lotterie in modo che, se notano qualcosa di sospetto, possono informarci e permetterci di aprire un’indagine sulla validit del risultato".

Il numero uno del Cio ha ricordato inoltre che le competizioni organizzate dalle federazioni sono l’oggetto principale del gioco d’azzardo legale. "Sicuramente il mondo dello sport dovrebbe avere un ruolo nella prevenzione delle irregolarit. Vogliamo che le federazioni nazionali e internazionali siano sensibili alla comparsa di risultati sospetti. Ci che fuori del normale dovrebbe essere studiato". Le partite truccate da gruppi mafiosi, ha detto il presidente del Cio, "sono la conseguenza finale delle scommesse illegali".

(Red-Spr/Ct/Adnkronos)