Fus: Tremonti apre ma sindacati confermano sciopero 25 marzo/Il punto
Fus: Tremonti apre ma sindacati confermano sciopero 25 marzo/Il punto
Slc Cgil, dopo quattro chiacchiere ministro prende contatto con il disastro

Roma, 16 mar. (Adnkronos) - Sul Fus "ho dato la mia parola". Ha detto cos il ministro dell'Economia Giulio Tremonti dopo l'incontro con il Maestro Muti e il sindaco di Roma Gianni Alemanno. Un istante dopo il mondo della cultura e dello spettacolo ha tirato, dopo mesi e mesi, un sospiro di sollievo, ma sul tappeto le riserve ci sono tutte. Tanto che la Cgil, dopo aver ringraziato il direttore d'orchestra per il suo intervento persuasivo, ha confermato lo sciopero del 25 marzo che coinvolge anche Cisl e Uil.

"Veni, vidi, capii", ha testualmente dichiarato il titolare di Via XX Settembre uscendo dal Teatro dell'Opera "Durante l'incontro con il sindaco di Roma e il maestro Muti - ha spiegato - ho visto, ho sentito, mi hanno fatto dare la parola". Un passo in avanti, graditissimo all'attuale ministro dei Beni culturali, Sandro Bondi, ma che, giungendo dopo un lungo periodo di proteste, provoca anche qualche fastidio.

"E' sconcertante - ha rilevato infatti il segretario generale della Slc Cgil Emilio Miceli - il modo superficiale con cui si affrontano i problemi del paese. Prendiamo atto che non sono bastati manifestazioni e scioperi, mobilitazioni da parte di artisti e lavoratori, proteste eclatanti e soprattutto non bastato vedere le condizioni di totale degrado dei beni architettonici e della lirica, dei teatri di prosa e gli appelli continui del mondo del cinema. Poi, d’incanto, Tremonti, dopo quattro chiacchiere comincia a prendere contatto con il disastro che l davanti al paese e pare che sia in fase di ravvedimento". (segue)

(Rev/Gs/Adnkronos)