Fosse Ardeatine: card. Montezemolo, perdono cristiano per gli autori delle stragi
Fosse Ardeatine: card. Montezemolo, perdono cristiano per gli autori delle stragi
il porporato intervistato dall'Osservatore Romano, il padre fu tra le vittime della strage

Citt del Vaticano, 26 mar. (Adnkronos) - Il cardinale Andrea Cordero Lanza di Montezemolo domani accompagner il Pontefice nella visita alle Fosse ardeatine. Il padre del porporato fu una delle vittime della strage del 24 marzo 1944 e suo figlio scav tra le macerie per ritrovare i corpi degli uccisi. Alla vigilia della visita, l''Osservatore Romano' ha intervistato il porporato che esprime parole di perdono cristiano per gli autori della strage e lancia "un messaggio di speranza perch non si ripetano mai pi crimini cos efferati".

"In una visione cristiana non c’ che il perdono - afferma -. Un atteggiamento che non porta a dimenticare o giustificare. La giustizia deve fare il suo corso, evidente. Umanamente per inutile continuare a perseguire chi si macchiato di crimini cos gravi. Per il cristiano il perdono un atto di amore che non chiede nulla in cambio".

Descrivendo il suo stato d'animo a proposito della visita del Papa, il porporato dice: "Ho provato stupore, commozione, gratitudine. Stupore perch, confesso, non me l’aspettavo. Commozione perch le Fosse ardeatine sono una pagina importante della mia storia personale e anche dell’Italia intera. Stupore e commozione diventano gratitudine al Papa per aver deciso di compiere la visita. un grande gesto. E, in fondo, una prima volta anche per me. Mi trovavo infatti all’estero, impegnato nel servizio diplomatico della Santa Sede, quando i Pontefici Paolo VI nel 1965 e Giovanni Paolo II nel 1982 andarono alle Fosse ardeatine". (segue)

(Sin/Col/Adnkronos)