Papa: incontra gli operai di Terni, sia assicurato un lavoro sicuro, dignitoso e stabile (3)
Papa: incontra gli operai di Terni, sia assicurato un lavoro sicuro, dignitoso e stabile (3)
appello anche per i giovani precari, quante angoscie crea alle famiglie

(Adnkronos) -Il Papa, incontrando i lavoratori, ha pensato anche ai giovani: "che dire poi della precariet del lavoro, soprattutto quando riguarda il mondo giovanile? E’ un aspetto che non manca di creare angoscia in tante famiglie!". E riferendosi alle parole di mons. Paglia, ha ricordato come " il vescovo accennava anche alla difficile situazione dell’industria chimica della vostra Citt, come pure ai problemi nel settore siderurgico. Vi sono particolarmente vicino, mettendo nelle mani di Dio tutte le vostre ansie e preoccupazioni, e auspico che, nella logica della gratuit e della solidariet, si possano superare questi momenti, affinch sia assicurato un lavoro sicuro, dignitoso e stabile".

"Il lavoro, cari amici, aiuta ad essere pi vicini a Dio e agli altri. Ges stesso stato lavoratore, - ha ricordato Ratzinger - anzi ha passato buona parte della sua vita terrena a Nazaret, nella bottega di Giuseppe. L’evangelista Matteo ricorda che la gente parlava di Ges come del "figlio del falegname" e Giovanni Paolo II a Terni parl del "Vangelo del lavoro", affermando che era "scritto soprattutto dal fatto che il Figlio di Dio, diventando uomo, ha lavorato con le proprie mani. Anzi, il suo lavoro, che stato un vero lavoro fisico, ha occupato la maggior parte della sua vita su questa terra, ed cos entrato nell’opera della redenzione dell’uomo e del mondo". (segue)

(Sin/Pn/Adnkronos)