Puglia: procuratore Bari, strumentalizzazioni su archiviazione Vendola e ordinanza Tedesco (2)
Puglia: procuratore Bari, strumentalizzazioni su archiviazione Vendola e ordinanza Tedesco (2)

(Adnkronos) - Dal novembre 2009, cioe' un paio di mesi dopo l'arrivo di Laudati al vertice della Procura ''il procedimento numero 19497/08 e' stato attribuito in co-assegnazione a tre magistrati di questo Ufficio: Desiree Digeronimo, Francesco Bretone e Marcello Quercia. Tale fascicolo e' stato, inoltre, inserito nel coordinamento di tutti i procedimenti concernenti la Sanita' regionale, affidato al magistrato Renato Nitti. Quindi sottoposto alle valutazioni del Procuratore''.

''Conseguentemente tutti gli atti d’indagine - si evidenzia nella nota - sono stati vagliati da almeno cinque magistrati della Procura di Bari e tutte le decisioni sono documentate in numerosi verbali del coordinamento''.

Laudati ricorda poi che il ''26 marzo 2010 e' stata richiesta da questo Ufficio una misura cautelare avente ad oggetto le irregolarita' per gare d’appalto indette dalla Asl di Bari e aggiudicato alla societa' Viri di Altamura (raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti speciali ndr) e per altre gare d’appalto per il completamento delle attrezzature dell’Istituto Oncologico di Bari 'Giovanni Paolo II'. Tale richiesta - sottolinea - e' stata assegnata al giudice per le indagini preliminari, Vito Fanizzi, che l’ha accolta in data 15 luglio 2010. Anche in tale richiesta si e' proceduto nei confronti del senatore Alberto Tedesco, ma senza effettuare una richiesta di misura cautelare''. (segue)

(Pas/Col/Adnkronos)