Trapani: operazione polizia contro prostituzione, 7 arresti tra cui un consigliere comunale (2)
Trapani: operazione polizia contro prostituzione, 7 arresti tra cui un consigliere comunale (2)

(Adnkronos) - L'operazione, denominata 'Matrioska', ha visto coinvolti il Night Club Arris Bar di Erice e il Laguna Blu di Trapani. Gli agenti hanno eseguito un'ordinanza di applicazione degli arresti domiciliari a carico di un funzionario dell’Agenzia delle Entrate nonch Consigliere Comunale di Trapani ritenuto responsabile di corruzione e concussione. Gli arresti sono il termine di una vasta attivit di indagine che ha consentito di accertare l’istituzione e la gestione di case di prostituzione all’interno dei locali notturni, nonch il reato di sfruttamento della prostituzione di numerose giovani donne, tutte di nazionalit straniera, impiegate quali “ballerine” all’interno dei locali.

Le ragazze straniere dietro compenso di denaro, si esibivano in spogliarelli e atti sessuali all’interno di “priv”, concordando con i clienti, previo consenso dei gestori dei locali , incontri esterni per consumare rapporti sessuali completi a pagamento. L’attivit di sfruttamento della prostituzione in entrambi i locali era gestita da un’organizzazione che curava ogni aspetto logistico, ovvero l’arrivo delle ragazze straniere in questo centro, la loro sistemazione in appartamenti, il loro accompagnamento quotidiano presso i locali notturni, la gestione dei rapporti esterni con i clienti ed il controllo delle uscite.

Gli appartamenti in cui alloggiavano le ragazze, spesso non in regola con il permesso di soggiorno, venivano utilizzati anche per gli appuntamenti con i clienti che intendevano consumare rapporti sessuali. In entrambi i locali, peraltro, venivano praticate tariffe analoghe, ovvero il cliente per fruire della compagnia delle ballerine doveva offrire loro una consumazione ogni 10 minuti, pagare 50 euro per intrattenersi per 10 minuti nei priv, corrispondere 200 euro l’ora per avere un incontro esterno, che si teneva negli appartamenti in cui alloggiavano le 'ballerine'. Le somme di denaro guadagnate venivano divise tra i gestori dei locali e le ballerine. (segue)

(Zsi/Zn/Adnkronos)