Tumori: con analisi genetica piu' vicina diagnosi precoce cancro vescica
Tumori: con analisi genetica piu' vicina diagnosi precoce cancro vescica
Studio italiano identifica metodo non invasivo e preciso

Roma, 26 mar. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Passi avanti nella diagnosi sempre pi precoce del cancro della vescica. Uno studio italiano dimostra come le analisi genetico-molecolari condotte sulle cellule presenti nei sedimenti delle urine, possono portare ad un'identificazione rapida di questi tumori. Secondo gli autori la ricerca, condotta dall'Istituto scientifico romagnolo per lo studio e la cura dei tumori (Irst) di Meldola-Forl e pubblicata Annals of Oncology, pu contribuire in maniera significativa, grazie alla scoperta anticipata della malattia, ad innalzare il tasso di sopravvivenza di questo tumore pi comune tra i 60 e i 70 anni e tre volte pi frequente negli uomini che nelle donne.

Attualmente gli esami che permettono di identificare il cancro alla vescica sono due: l’esame citologico (ovvero l’analisi della morfologia delle cellule presenti nelle urine che per presenta una scarsa capacit di individuare tumori in uno stadio precoce) e la cistoscopia che permette di visualizzare direttamente la neoplasia ma che ha in s lo svantaggio di essere una tecnica costosa e invasiva. La ricerca dell'Irst, sotto la direzione di Dino Amadori, nata proprio con l’obiettivo di sviluppare una metodica non invasiva e di elevata accuratezza. (segue)

(Red- Ram/Pn/Adnkronos)