Commercio: Brasile batte Usa nella guerra del succo d'arancia
Commercio: Brasile batte Usa nella guerra del succo d'arancia
Wto condanna misure anti-dumping del colosso nordamericano

Rio de Janeiro, 26 mar. (Adnkronos/Xin) - Il Brasile, potenza emergente del Sudamerica, batte gli Usa nella guerra del succo d'arancia. L'Organizzazione Mondiale del Commercio ha stabilito ieri che i dazi statunitensi anti-dumping sulle importazioni di succo d'arancia dal Brasile violano le regole del commercio internazionale. Nella sua relazione finale la Wto ha stabilito che le procedure anti-dumping degli Usa relative al succo d'arancia non sono in linea con le norme previste nell'Anti-Dumping Agreement.

"Alla luce di questi elementi, la commissione ha raccomandato che gli Usa adottino le misure necessarie per rendere le sue procedure conformi agli obblighi previsti dall'Anti-Dumping Agreement", ha affermato la Wto. Il Brasile il pi grande esportatore di succo d'arancia, che vende principalmente agli Usa e all'Ue. Gli Usa hanno imposto un dazio doganale fino al 60% sul succo d'arancia brasiliano, sostenendo che viene venduto a prezzi artificiosamente bassi.

Salutando con favore la decisione della commissione, il Brasile spera che gli Usa "rettifichino le proprie norme senza ritardo, in segno di rispetto per le regole che disciplinano il commercio internazionale". Il governo brasiliano ha fatto sapere di seguire da vicino l'avanzamento di una norma proposta dal Dipartimento del Commercio Usa, che dovrebbe porre fine all'imposizione arbitraria di dazi anti-dumping sui prodotti esteri.

(Red-Tog/Zn/Adnkronos)