Fisco: Cgia, da 2001 a 2010 recuperato imponibile per 232 mld
Fisco: Cgia, da 2001 a 2010 recuperato imponibile per 232 mld

Venezia, 26 mar. - (Adnkronos) - Dal 2001 al 2010 la Guardia di Finanza ha recuperato imponibile per 232,5 miliardi di euro, con un intensificazione "esponenziale" della lotta all'evasione fiscale. Lo sottolinea la Cgia di Mestre in un'analisi dei risultati dell'azione della Guardia di Finanza nel contrasto all’evasione fiscale ed al lavoro nero nel periodo che va tra il 2001 e il 2010. Il recupero dell'imponibile passato in termini assoluti dai 15,28 mld di euro accertati nel 2001, ai 49,24 mld nel 2010 (pari ad un aumento del +222%) con risultati molto significativi ottenuti soprattutto negli ultimi 3 anni. I dati mostrano inoltre come siano quasi 350.000 i lavoratori in nero (di cui 82 mila evasori totali e paratotali) scoperti dalle Fiamme Gialle.

“Non un caso che l’accertato abbia assunto dimensioni cos rilevanti proprio negli ultimi tre anni -prosegue Giuseppe Bortolussi- Il merito va alla politica adottata dall’Amministrazione finanziaria che ha intensificato in maniera encomiabile l’azione contro i grandi evasori" con una media di 63,7 milioni di euro scoperti al giorno.

"Si tratta, aggiunge, di "un risultato di tutto rispetto che ci impone di utilizzare queste risorse recuperate agli evasori per abbassare le tasse sui contribuenti onesti. Se non facciamo ci, corriamo il rischio di far subire a coloro che si sono comportati correttamente con il fisco italiano una grave beffa". (segue)

(Sec/Zn/Adnkronos)