Fus: a Padova manifestazione di 70 artisti, perplessi su modalita' reintegro
Fus: a Padova manifestazione di 70 artisti, perplessi su modalita' reintegro

Padova, 26 mar. (Adnkronos) - "Il reintegro del Fondo unico per lo spettacolo (Fus), ottenuto tramite il rincaro della benzina come annunciato dal Governo, non ci rende affatto tranquilli". Cosi' il comitato promotore della giornata di mobilitazione che domenica 27 marzo porter nelle piazze centrali di Padova oltre 70 artisti della citta', che saranno impegnati in performance e spettacoli per tutto il pomeriggio.

"Con la tassa sulla benzina -dicono i promotori- il Governo grava peraltro sui cittadini, mentre sarebbe assai pi giusto e opportuno tagliare gli ampi e numerosi sprechi della politica. L’accorpamento delle elezioni amministrative con il referendum, ad esempio, avrebbe portato un risparmio di ben 400 milioni di euro, rappresentando un segnale politico positivo. Con tale ulteriore 'piccolo sacrificio' richiesto agli italiani, invece, ancora una volta si mettono le mani nelle tasche dei cittadini, rischiando di creare dannose conflittualit sociali in un periodo in cui serve al Paese molta coesione".

Gli artisti padovani hanno cos deciso di mettersi insieme e di “resistere”, mobilitandosi con un’iniziativa congiunta, in occasione della Giornata mondiale del Teatro, per sostenere le attivit teatrali e culturali in senso pi ampio e chiederne il riconoscimento come risorsa nazionale. Un settore, quello della cultura e dello spettacolo, che oltre a produrre indotto economico, in termini di occupazione conta oggi in Italia 250.000 lavoratori, tra attori, danzatori, registi, scenografi, tecnici, costumisti, operatori dei diversi ambiti... Un settore al quale – insieme all’arte e alla ricerca - il nostro Paese destina una percentuale del Pil tra le pi basse in Europa. (segue)

(Spe/Ct/Adnkronos)