Shoah: italiano trova 157 diplomi di deportati, mercoledi' consegna a familiari/Adnkronos
Shoah: italiano trova 157 diplomi di deportati, mercoledi' consegna a familiari/Adnkronos
10 anni per ricostruire vite spezzate, la scoperta grazie a un temporale

Roma, 26 gen. (Adnkronos) - Centocinquantasette diplomi mai consegnati. Storie spezzate di giovani studenti costretti ad abbandonare in fretta la loro terra occupata dai nazisti o deportati ad Auschwitz, nel terribile campo di sterminio. Antonio Crescenzi, italiano da anni in Grecia, li ha trovati 10 anni fa nella scuola dove insegnava e dove lavora ancora oggi, presso l'istituto italiano di cultura di Salonicco. In questi anni ha ripercorso quelle centocinquantasette vite, cercato nomi, ricostruito storie. E mercoled prossimo, 29 gennaio, consegner i diplomi ai familiari di quei ragazzi, proprio nella scuola dove avevano studiato e dove la loro vita si interrotta.

A Salonicco, prima del secondo conflitto mondiale, viveva una folta comunit ebraica e, da quella citt, i nazisti deportarono nei campi di sterminio circa 54.000 ebrei greci. "All'epoca, la struttura che oggi ospita l'istituto italiano di cultura era sede di una scuola, l'Umberto I - racconta Crescenzi all'Adnkronos - dove vi erano un istituto tecnico, una scuola media, un liceo scientifico e un istituto commerciale. Una scuola molto importante a quei tempi".

Passano gli anni e l'Umberto I lascia il posto all'Istituto italiano di cultura. Poi, 10 anni fa, "in una giornata primaverile - ricorda Crescenzi - scoppi un temporale e mi recai nel seminterrato perch ricordavo che le finestre erano aperte. Soffiava tanto vento e mi si incoll addosso un foglio protocollo ingiallito". (segue)

(Red/Ct/Adnkronos)