Maltempo: D'Ausilio (Pd), serve piano straordinario per Roma su rischio idrogeologico
Maltempo: D'Ausilio (Pd), serve piano straordinario per Roma su rischio idrogeologico

Roma, 1 feb. - (Adnkronos) - “L'emergenza non finita, l'assistenza che si sta prestando ai cittadini di alcuni quartieri della citt e' ancora in corso e continuer ad essere assicurata anche nei prossimi giorni, quando il maltempo sar passato e bisogner progressivamente garantire il ritorno alla normalit. Tuttavia, una volta accertati i danni e le responsabilit bisogner seriamente lavorare, perch Roma sconta un gravissimo ritardo nelle politiche di manutenzione del territorio e di prevenzione del dissesto idrogeologico. E' finito il tempo delle parole e dello scaricabile. Tanto l'evento meteorologico pi o meno eccezionale, capita a tutte le amministrazioni, al di l del colore politico". Cos, in una nota, Francesco D’Ausilio, capogruppo Pd in Assemblea capitolina.

“Roma pi di altre grandi citt - aggiunge - paga i danni di uno sviluppo urbanistico disordinato che ora mette a rischio la vita di migliaia di persone. Anche per questa ragione bisogna essere responsabili e credibili. Roma deve elaborare un piano straordinario di prevenzione del rischio idrogeologico e deve far rientrare tale questione all'interno del dialogo col Governo in tema di rapporti e funzioni con la Capitale del Paese. Purtroppo la Legge di Stabilit per il 2014 ha stanziato soli 30 milioni per la difesa del suolo. Servono maggiori risorse per progetti concreti e misurabili. La pianificazione urbanistica deve tornare coerente. La manutenzione costante".

"Servono norme e controlli certi sulle opere abusive che impediscono la manutenzione dei canali e sugli imbocchi in fogna delle acque piovane. Ma e' urgente l'istituzione di una cabina di regia unica che coordini e monitori il lavoro di tutti gli enti preposti alla difesa del suolo con la partecipazione di comitati di cittadini e associazioni. Questo – conclude - il primo nucleo di proposte che porteremo immediatamente all'attenzione dell'assemblea capitolina e della giunta", conclude.

(Red/Opr/Adnkronos)