Maltempo: Fns-Cisl, in Italia continua a non farsi prevenzione
Maltempo: Fns-Cisl, in Italia continua a non farsi prevenzione

Roma, 1 feb. - (Adnkronos) - “Le calamit naturali che stanno devastando buona parte del Paese, mettendo in luce per l’ennesima volta la particolare fragilit del nostro territorio, dimostrano delittuosamente che in Italia continua a non farsi prevenzione”. Lo dichiara Pompeo Mannone, Segretario Generale della Federazione Nazionale della Sicurezza Cisl.

“Non possiamo e non dobbiamo pi assistere a tragedie, ad atti di disperazione e di rabbia- continua Mannone- ma agire preventivamente, tenendo sempre alta l'attenzione ed evitando che le coscienze si assopiscano per poi tornare a risvegliarsi solo alla prossima disgrazia. E’ evidente come da tempo ormai non si metta in sicurezza il territorio e come il sistema della protezione civile necessiti di essere riformato individuando con precisione compiti e funzioni di ogni livello istituzionale. Occorre poi definire organicamente le procedure di allerta della popolazione. Inoltre, in merito alla gestione delle emergenze, necessario superare duplicazioni istituzionali esistenti".

"E’ indispensabile infatti- conclude Mannone- razionalizzare ed ottimizzare le risorse umane e finanziarie a disposizione tramite il passaggio della competenza della gestione delle emergenze, oggi affidata al Dipartimento della Protezione Civile, nel suo posto istituzionale naturale, il Ministero dell’Interno, al Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico e della difesa Civile e che, sul territorio, i Vigili del Fuoco, d’intesa con le Regioni, pianifichino l’utilizzo dei volontari della protezione civile".

(Red/Zn/Adnkronos)