San Valentino: Fabio Canino, la mia prima storia d'amore nata su una 500 (2)
San Valentino: Fabio Canino, la mia prima storia d'amore nata su una 500 (2)
Il conduttore, 'mi sono sentito voluto e amato'

(Adnkronos) - Ma, continua Canino, “lui frenava, era pi maturo di me. E alla fine, dopo tanta insistenza e un lungo corteggiamento estivo, dopo una notte passata in giro sulla sua 500, poco prima di una bellissima alba sul lungarno, eravamo in macchina in tre: io, lui e un nostro amico”.

“Avrebbe dovuto accompagnare prima me – ricorda il conduttore – ma a un certo punto dice al nostro amico ‘lascio te e dopo accompagno Fabio’. Insomma, stata una serata indimenticabile: la prima notte nel mio letto, con lui. Una sensazione di grande conquista – racconta – e la mattina dopo mi sorprese lasciando una lettera per me, sulle mani di un soprammobile orribile dei miei, un angelo con le mani protese in avanti, e la penna con la quale mi aveva scritto era poggiata l sopra”.

“ stata un’estate di formazione, mi sono sentito grande ma mi sono sentito soprattutto voluto e amato. Una conquista nella conquista, perch lo sapevano tutti, tra i miei amici, etero e gay, era tutto alla luce del sole”. E a quell’amore legato anche un ‘oggetto’: “Una camicia che mi piaceva ma che costava troppo e, cos, l’ho convinto a comprarmela per dimostrare che mi amava”. Ma oggi quella camicia con tanti piccoli Buddha Fabio Canino non ce l’ha pi. Per, conclude, “tra me e Alessandro qualcosa rimasto: una grande tenerezza”.

(Ign/Zn/Adnkronos)