Notizie Flash: 3/a edizione - L'estero (7)
Notizie Flash: 3/a edizione - L'estero (7)

Berna. Un grande albero nero che stritola fra le sue radici la Svizzera. E' questo il manifesto simbolo della "Iniziativa contro l'immigrazione di massa" sulla quale gli svizzeri sono chiamati a votare domenica in un referendum. Promossa dal partito populista Unione Democratica di Centro (Udc), noto per gli accenti xenofobi contro gli immigrati, il quesito, se approvato, potrebbe avere gravi conseguenze per i tanti italiani che vivono e lavorano in Svizzera -secondo alcune stime sono 500mila pi 60mila frontalieri- ma anche nei rapporti fra Confederazione elvetica e Unione Europea.La campagna avviata dall'Udc sul referendum molto aggressiva. Praticamente agli immigrati viene addebitato di tutto, dal caro affitto, ai treni affollati e al traffico nelle strade. Per non parlare degli stranieri che leverebbero il lavoro, magari accettando stipendi pi bassi, uno dei cavalli di battaglia dell'altro partito a sostegno del referendum, la Lega dei ticinesi, particolarmente ostile ai frontalieri italiani.Il quesito sul quale si dovranno esprimere gli elettori chiede l'introduzione di un tetto massimo per l'immigrazione con contingenti annuali che riguarderanno anche i frontalieri. E, di conseguenza, la rinegoziazione degli accordi con la Ue che, dal 2002, prevedono la libera circolazione in Svizzera dei cittadini dell'Unione Europea. (segue)

(Red/Ct/Adnkronos)