Sinistra: Teatro Valle esaurito per Tsipras, cambiamo noi per cambiare Ue
Sinistra: Teatro Valle esaurito per Tsipras, cambiamo noi per cambiare Ue
giovani e facce note per la 'prima' del candidato a guidare Commissione

Roma, 7 feb. (Adnkronos) - Tutto esaurito al teatro Valle Occupato per la 'prima' di Alexis Tsipras, invitato a Roma dai promotori della lista unitaria, che alle prossime europee si propone di sostenere il segretario di Syriza alla guida della Commissione Europea. Il pienone comincia da fuori, lungo via del Teatro Valle. In fila per entrare ad ascoltare il leader della futura sinistra radicale del Vecchio Continente, ci sono tanti giovani e tante facce conosciute della sinistra di casa nostra.

Da Stefano Rodot a Paolo Ferrero, da Fabio Mussi a Antonio Ingroia e insieme ad alcuni dei sei promotori della lista italiana per Tsipras (Barbara Spinelli, Paolo Flores D'Arcais e Guido Viale), c' anche Carlo Freccero. Arrivano a piedi o in bici. Le auto blu sono ovviamente bandite e in fila, nell'attesa, in tanti fumano e chiacchierano animatamente. All'interno non c' un posto libero, tutto esaurito fino ai palchetti della piccionaia.

L'inizio dell'incontro tarda, perch c' troppa gente in piedi e per ragioni di sicurezza i corridoi della platea devono essere lasciati liberi. Alle 17.45 arriva Tsipras e piovono gli applausi. Giacca blu, camicia azzurra senza cravatta, l'ingegnere 40enne che dal 2009 al 2012 ha portato Syriza dal 4,6 a quasi il 27% saluta tutti e d il benvenuto in inglese ma poi parla in greco. (segue)

(Red/Ct/Adnkronos)