Sochi 2014: Letta, in Russia per portare valori Italia contro disciminazioni
Sochi 2014: Letta, in Russia per portare valori Italia contro disciminazioni

Roma, 7 feb. (Adnkronos) - "Oggi sar a Sochi, al fianco dei 113 atleti italiani, all’inaugurazione della ventiduesima edizione delle Olimpiadi invernali. una scelta che rivendico". Lo scrive il premier Enrico Letta in una lettera pubblicata sul 'Corriere della sera'. "Meglio non andare, qualcuno ha detto. Meglio disertare per manifestare pi esplicitamente il dissenso del nostro governo — gi peraltro inequivocabile — rispetto alle discriminazioni nei confronti delle persone omosessuali e alla limitazione delle libert di espressione".

Il presidente del Consiglio sottolinea il fatto che i nostri atleti "rappresentano l’Italia. Sfilano dietro il tricolore. Sono portatori dei valori che la nostra bandiera in s compendia: la libert, l’eguaglianza, la condanna di ogni forma di discriminazione. Principi inscritti nella Costituzione repubblicana".

Letta spiega ancora: "Essere in Russia — da presidente del Consiglio di un Paese che storicamente tanta parte ha avuto nella costruzione della coscienza europea — significa esprimere, appunto in una dimensione pubblica, la nostra concezione di libert, di comunit, di rispetto dell’altro. Esserci non significa dismettere ma anzi riaffermare il ruolo che l’Italia svolge, e ancor pi continuer a svolgere quando sar alla guida dell’Europa nel prossimo semestre, per l’estensione (e certo non per un arretramento) dei diritti".

(Red/Col/Adnkronos)