Tunisia: Grasso, con Costituzione vive rinascita, Italia al suo fianco (2)
Tunisia: Grasso, con Costituzione vive rinascita, Italia al suo fianco (2)

(Adnkronos) - La Costituzione tunisina, ha proseguito Grasso, " per molti versi lungimirante e coraggiosa. Penso ai meccanismi di equilibrio e controllo reciproco fra i poteri dello Stato; alla costituzione di un potere giudiziario indipendente quale garante dell'effettiva realizzazione dei diritti e dello Stato di diritto costituzionale; al ruolo affidato alla Corte Costituzionale; alla fondazione di un nuovo rapporto fra religione e Stato. Penso ai diritti e alle libert, alla libert di credo e di coscienza, al rifiuto della tortura, alla difesa dell'ambiente. Penso al riconoscimento della parit fra donna e uomo, che dovr essere non solo formale ma anche sostanziale, realizzando l'integrazione attiva delle donne nella societ".

"La Tunisia -ha continuato- oggi pi forte, e questa forza non mancher di fare sentire la sua onda d'urto in tutta la regione e ovunque nel mondo vi sono popoli che aspirano alla libert e alle riforme. Questa convinzione deve indurre noi tutti a perseguire con determinazione e convinzione la cooperazione euro-mediterranea che finora ha conseguito risultati deludenti. L'Italia, che dell'Europa la porta per geografia, per storia, per tradizione, crede fermamente nella necessit di una politica condivisa del Mediterraneo per affrontare insieme i problemi comuni: sicurezza, stabilit, diritti, immigrazione e integrazione, crescita economica, lavoro".

"Questa Costituzione -ha ricordato- sancisce un patto sociale contro i nemici interni ed esterni della pace, della democrazia, dei diritti, della libert. Ma la partita non ancora vinta. Il cammino denso di sfide, incognite e pericoli. Le forze regressive non sono ancora sconfitte e minacciano la sicurezza del Paese e della regione. La crescita economica ha bisogno di stabilit, per attrarre investimenti dall'estero e promuovere lo sviluppo. Il successo del Paese sar certificato dalla capacit di attuare pienamente la Carta; proteggere le minoranze; garantire la libert di credo e di coscienza, separando la sfera pubblica da quella privata; proteggere la vita in ogni circostanza. I diritti vivono nell'effettivit della quotidiana attuazione e interpretazione. Per questo -ha concluso il presidente del Senato- noi auspichiamo che si tengano al pi presto elezioni parlamentari, affinch un'assemblea rappresentativa legittimata democraticamente possa dare contenuto ai principi e valori della Carta. In questo percorso l'Italia sar sempre al vostro fianco".

(Red/Zn/Adnkronos)