Lavoro: quel san Valentino che divise l'Italia, il libro di Benvenuto
Lavoro: quel san Valentino che divise l'Italia, il libro di Benvenuto
a 30 anni di distanza debito con lavoratori mai ancora onorato

Roma, 9 feb. - (Adnkronos) - "Oggi, a trent'anni di distanza dal decreto di San Valentino, quella risposta che 'soffia nel vento' ci sussurra che la societ, sopratutto quella politica, sembra avere un debito con le classi lavoratrici che non ha ancora onorato". E' un avanti e indietro nella storia, in bilico tra racconto e saggio, quello che il nuovo libro scritto a quattro mani da Giorgio Benvenuto, storico leader Uil, e Antonio Maglie, affida al giudizio dei lettori.

Un racconto appassionato e puntuale, tra citazioni, vignette dell'epoca e ritratti dei maggiori protagonisti di quegli anni, dall'accordo Lama-Agnelli del '75 a quel 14 febbraio 1984 quando il governo di Bettino Craxi varo' un decreto che porto' al taglio di quattro punti di contingenza, passando per il decennio forse piu' controverso della storia d'Italia, dagli anni di Piombo allo stragismo di destra, dalla crescita travolgente dell'inflazione e della spesa pubblica all'autunno caldo nelle fabbriche, dalla marcia dei 40mila fino, appunto, alla rottura di San Valentino e al referendum che consegno' i sindacati ad una nuova, lunga stagione di conflitto.

Un quadro, dicono gli autori, che parla ancora all'attualita' del Paese ma sopratutto parla ai sindacati, al ruolo che le organizzazioni di rappresentanza dei lavoratori devono rivestire in queste ore ugualmente drammatiche per l'Italia , tra recessione e disoccupazione. (segue)

(Red/Zn/Adnkronos)