Pensioni: Inps, finora liquidati 33.000 assegni a esodati su 162.000 salvaguardati/Adnkronos
Pensioni: Inps, finora liquidati 33.000 assegni a esodati su 162.000 salvaguardati/Adnkronos
Maggior parte provengono dalla mobilita' ordinaria e dai fondi di solidarieta'

Roma 9 feb. - (Adnkronos) - Gli esodati che hanno effettivamente ottenuto la liquodazione della pensione sono 33.147 a fronte di 162.147 posizioni salvaguardate con 5 differenti provvedimenti. E' quanto emerge -apprende l'Adnkronos- da un rapporto dell'Inps sulle operazioni di salvaguardia che fa il punto della situazione al 20 gennaio scorso. Le posizioni certificate dall'Inps alla data del 20 gennaio sono nel complesso 82.458 di cui 62.383 relative alla prima salvaguardia che prevede la copertura di 65.000 posizioni, 14.450 alla seconda salvaguardia, che prevede 55.000 coperture e 5.625 alla terza che prevede 10.130 coperture.

Quanto alle ultime due salvaguardie per 32.000 coperture complessive il rapporto precisa che per la quarta relativa a 9.000 coperture in corso la presentazione delle domande alle direzioni territoriali del lavoro delle istanze degli interessati con termini di scadenza fissati al 26 e 27 febbraio a seconda della categoria di appartenenza. Le attivit di certificazione -si legge nel rapporto- saranno concluse entro giugno 2014. Per la quinta salvaguardia relativa a 23.000 posizioni deve ancora essere pubblicato il decreto interministeriale di attuazione. Si prevede comunque che le attivit di certificazione saranno concluse entro il 2014.

Il rapporto analizza nel dettaglio la tipologia dei lavoratori salvaguardati e il relativo anno di decorernza della pensione limitatamenet alle 82.458 posizioni certificate, di cui 33.147 gi liquidate. Nel dettaglio quanto all'anno di decorrenza nel 2013 sono stati certificati 35.594 esodati, nel 2014 sono previsti 23.294, nel 2015 altri 13.488. A seguire 5.902 andranno in pensione nel 2016, mentre 2.474 nel 2017. Tra i gi certificati ve ne sono 76 che andranno in pensione nel 2020, 7 nel 2021 e 1 addirittura nel 2022. (segue)

(Red/Zn/Adnkronos)