Industria: -3% produzione 2013, sindacati 'ripresa fragile, serve svolta'/Il Punto
Industria: -3% produzione 2013, sindacati 'ripresa fragile, serve svolta'/Il Punto
Confindustria, anche in primo trimestre 2014 abbrivio negativo

Roma, 10 feb.(Adnkronos) - La produzione industriale italiana archivia il 2013 con un rosso pesante, -3% rispetto al 2012. Una caduta, che si aggiunge dunque alla gia' pesante situazione economica, confermata anche a dicembre, mese in cui si e' registrato secondo le stime Istat un calo dell’indice destagionalizzato dello 0,9% sul mese precedente e che ha coinvolto, con l'unica eccezione dei beni intermedi (+0,1%), tutti i comparti, dai beni strumentali (-2,5%) ai beni di consumo (-0,4%) fino all’energia (-0,2%).

Impallidisce dunque anche quel segno piu', lo 0,7%, che si ritrova nel dato del trimestre ottobre-dicembre 2013. "Un rimbalzo tecnico", commentano i sindacati, preoccupati invece dalla fragilit della ripresa in corso che mal si coniuga con l'ottimismo e la fiducia nel nuovo anno, sventolata fino ad oggi dal governo. "Serve una svolta", chiedono ancora Cgil, Cisl, Uil e Ugl, continuando a puntare il dito sul necessario sgravio fiscale a lavoratori e imprese per un rilancio dell'economia.

Anche Confindustria appare preoccupata e parla di "abbrivio" negativo anche se qualche segnale di ripresa "timido" c'e', come attesta quel +0,3% che metter a segno la produzione industriale a gennaio. Gli indicatori qualitativi anticipatori, infatti, spiegano gli economisti di Viale della'Astronomia, "segnalano il proseguire di una tendenza positiva, seppur debole, della produzione". (segue)

(Red/Zn/Adnkronos)