Lavoro: Ichino, mini jobs e starting workers terapia d'urto (2)
Lavoro: Ichino, mini jobs e starting workers terapia d'urto (2)

(Adnkronos/Labitalia) - La proposta illustrata da Ichino sugli starting workers prevede che il governo promuova un accordo interconfederale per consentire alle imprese (per un periodo di 2 anni) la possibilit di assumere giovani alla prima esperienza di lavoro, o persone di qualsiasi et disoccupate da pi di tre mesi, con la qualifica unica e trasversale di starting (o re-starting) worker. Si tratta di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, con periodo iniziale di prova di 6 mesi e uno standard retributivo minimo orario inderogabile.

C' facolt di determinare liberamente il contenuto delle mansioni e della retribuzione al di sopra del minimo, cos come libera la decisione sull'estensione e la distribuzione temporale del lavoro nell'arco della giornata, della settimana, del mese e dell'anno. Alla fine del primo biennio, la persona interessata perde la qualifica di starting worker e deve essere inquadrata secondo le regole contrattuali ordinarie.

Lo stesso accordo interconfederale dovrebbe consentire i mini-jobs, prevedendo che qualsiasi soggetto, indipendentemente dall'et e dallo stato di occupazione o disoccupazione, possa essere assunto con lo stesso tipo di contratto e secondo gli stessi standard, ma con orario di lavoro non superiore a 20 ore settimanali, liberamente distribuite nell'arco della settimana. "La legge emanata in corrispondenza con l'accordo -dice Ichino- deve estendere a questo caso la possibilit di pagamento della retribuzione mediante buoni-lavoro per il primo anno di svolgimento del rapporto e disporre una drastica semplificazione degli adempimenti burocratici". Il mini-job di regola a tempo indeterminato, ma agevolmente scioglibile almeno entro il primo triennio.

(Lab/Col/Adnkronos)