Svizzera: Cgil Como, governo e Regione intervengano per lavoratori frontalieri (2)
Svizzera: Cgil Como, governo e Regione intervengano per lavoratori frontalieri (2)

(Adnkronos/Labitalia) - Quello che non va gi al sindacato che "i frontalieri vengono considerati i capri espriatori di tutto". "In Ticino -ricorda- la disoccupazione al 4,4% e la met imputabile agli stranieri residenti nel Paese. Nel Ticino noi esportiamo professionalit. Tanti italiani occupano ruoli dirigenziali, sono quadri, non solo operai e metalmeccanici. Invece nel Cantone si sta diffondendo l'idea -sottolinea Fonsdituri- che gli italiani stiano rubando il posto ai locali perch accettano lavori di bassa professionalit e si accontentano anche di stipendi pi bassi".

"Questo anche colpa dello Stato -aggiunge il dirigente sindacale- che ha cancellato la disoccupazione speciale per i frontalieri, e questo li ha spinti a ritornare al lavoro anche con uno stipendio pi ridotto".

E Fonsdituri ricorda che "la maggior parte degli imprenditori che sostengono l'Udc svizzero, il partito che ha promosso il referendum, hanno alle loro dipendenze dei lavoratori frontalieri". "E poi -conclude Fonsdituri- c' da ricordare ai ticinesi che noi esportiamo anche imprenditori in Svizzera, non solo per motivi di carattere fiscale ma anche di maggior facilit burocratica nell'avviare delle aziende".

(Lab/Col/Adnkronos)