Bologna: controlli fiscali su inquilini Acer, Comune recupera 1,4 mln di euro
Bologna: controlli fiscali su inquilini Acer, Comune recupera 1,4 mln di euro
in 4 anni annullate 114 assegnazioni nel capoluogo e 59 in in Provincia

Bologna, 11 feb. - (Adnkronos) - Oltre 1,4 milioni di euro di canoni dovuti ma non versati e ora recuperati solo a Bologna citt, 114 procedure di annullamento del contratto e 10 in decadenza, cui si aggiungono 77 annullamenti in corso e 39 in decadenza. Sono i risultati dei controlli a tappeto messi in campo, sul quadriennio 2007-2010, dal Comune di Bologna sugli inquilini degli alloggi Acer, ovvero quelli di edilizia residenziale pubblica riservati alle fasce meno abbienti.

Complessivamente, sotto le Due Torri, dove Acer gestisce circa 12mila alloggi sono stati conclusi gli accertamenti su 2.367 posizioni, di cui quindi il 4,82% risultate da annullare per mancanza di requisiti e lo 0,42% per decandenza degli stessi. Le verifiche incrociate di conformit tra le autocertificazioni reddituali e i redditi reali degli assegnatari sono il frutto di un accordo di collaborazione siglato tra Acer, enti pubblici (49 Comuni della Provincia compreso il capoluogo) e l'Agenzia delle entrate.

La percentuale di annullamenti a livello Provinciale, dove si contano circa 9 mila alloggi pubblici, invece circa il doppio rispetto al capoluogo e raggiunge, infatti, il 9,26%, che in termini assoluti significa 59 inquilini del tutto abusivi. A questi vanno aggiunte le procedure in corso che riguardano 39 decadenze e 77 annullamenti. In provincia, dove 11 Comuni si sono detti non interessati ad aderire all'accordo , stata recuperata finora una somma che supera i 283 mila euro. (segue)

(Mcb/Ct/Adnkronos)