Fecondazione: Ass. Coscioni, a 10 anni da legge 40 necessaria piu' informazione
Fecondazione: Ass. Coscioni, a 10 anni da legge 40 necessaria piu' informazione
Gallo e Cappato scrivono a direttori testate italiane

Roma, 11 feb. - (Adnkronos Salute) - "Il 19 febbraio di quest'anno saranno trascorsi esattamente 10 anni dall'approvazione della legge 40 che norma la procreazione medicalmente assistita. E' tempo di bilanci e di confronti, rispetto ai quali chiediamo di poter essere coinvolti in quanto protagonisti dell'azione decennale di contrasto a questa legge". Lo scrivono in una lettera ai direttori delle testate giornalistiche italiane Filomena Gallo, segretario dell'Associazione Luca Coscioni, e Marco Cappato, tesoriere dell'Associazione.

"La norma, infatti - ricordano - finita sotto processo ben 28 volte: il suo testo stato persino modificato dalla Corte Costituzionale nel 2009, mentre i vari interventi dei tribunali nazionali e non, come la Corte europea dei diritti dell'uomo, ne hanno ridefinito la corretta interpretazione". Ma "come elaborato dal Centro di ascolto di informazione radio-televisiva nel 2012 sono stati soltanto 9 milioni gli ascolti consentiti ai cittadini dalle trasmissioni televisive per approfondire il tema della fecondazione assistita, che corrispondono allo 0,001% del totale dei 7,2miliardi di ascolti disponibili".

In particolare, sottolineano, "la questione nell'informazione televisiva stata affrontata in 66 casi, 50 volte in notizie dei telegiornali e 16 volte in trasmissioni di approfondimento. Nei telegiornali troviamo il tema, mediamente, una volta ogni 184 edizioni, per un totale di 1h25', pari allo 0,02% del totale delle notizie; nelle trasmissioni lo troviamo trattato una volta ogni 454 trasmissioni, per 3h34' su 6.600 ore di trasmissioni, pari allo 0,05% del tempo totale dedicato ai vari argomenti. Ci auguriamo, dunque, che tale dibattito sia ora finalmente offerto ai cittadini".

(Com-Bdc/Ct/Adnkronos)