Sanita': Istat, si contraggono posti letto in ospedali e centri cura
Sanita': Istat, si contraggono posti letto in ospedali e centri cura

Roma, 11 feb. (Adnkronos Salute) - In Italia l'offerta di posti letto ospedalieri e degli istituti di cura "continua a diminuire, come in tutti gli altri Paesi dell'Unione europea". E' quanto emerge dal rapporto 'Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo', realizzato dall'Istat. In tutte le regioni, tra il 2002 e il 2010, si verificata una convergenza verso la media nazionale del numero di posti letto ospedalieri, "passata da 4,3 a 3,5 per mille abitanti".

"Il settore della sanit in Italia si colloca in un contesto nazionale ed internazionale di crisi economico-finanziaria tale da dover proseguire al ridimensionamento delle risorse a disposizione per l'erogazione dei servizi - segnala il rapporto - Per il 2014 stata pianificata un'ulteriore consistente riduzione del livello di finanziamento del Servizio sanitario nazionale, che si inserisce in un contesto problematico rispetto al controllo della spesa pubblica, e del numero dei posti letto ospedalieri che, a regime, dovrebbe attestarsi a 3,7 posti letto ogni mille abitanti (di cui lo 0,7 riservato alla riabilitazione e alla lungodegenza, ex legge 135/2012)". A queste riduzioni si aggiunge la revisione dello standard di riferimento pro capite per l'attivit di ricovero ospedaliero, passato da 180 a 160 ricoveri ogni mille abitanti (di cui il 25% fa riferimento ai ricoveri diurni).

Gli indicatori di offerta ospedaliera, in questi ultimi anni, "hanno presentato una forte tendenza alla riduzione tanto che sono stati presi diversi provvedimenti, di carattere nazionale e regionale, finalizzati a promuovere lo sviluppo di un modello di rete ospedaliera integrato con l’assistenza territoriale".

(Mal/Zn/Adnkronos)