Sicilia: Faraone (Pd), a vertice maggioranza trovata ottima mediazione su province
Sicilia: Faraone (Pd), a vertice maggioranza trovata ottima mediazione su province
Terminato solo a notte fonda a Roma l'incontro sulla riforme che oggi approda in aula

Palermo, 11 feb.- (Adnkronos) - Al vertice di maggioranza siciliano, che si e' tenuto a Roma e che e' terminato soltanto a notte fonda "e' stata trovata un'ottima mediazione" sulla riforma delle province. E' quanto anticipa all'Adnkronos il responsabile Welfare della segreteria del Pd, Davide Faraone che ha fatto da padrone di casa al Nazareno. A Roma si sono riuniti fino alle due di notte i big dei partiti che sostengono il governo Crocetta. Presenti, oltre a Faraone, il ministro della Pubblica amministrazione Gianpiero D'Alia, che ha lasciato il vertice prima di mezzanotte per un attacco febbrile, il segretario regionale del partito di D'Alia, Giovanni Pistorio, ma anche il capogruppo del Pd all'Ars Baldo Gucciardi e Antonello Cracolici, Presidente della Commissione Affari istituzionali per il Pd, Luca Sammartino e Paolo Ruggirello di Articolo 4, Giuseppe Picciolo per i Drs, Lillo Firetto per l'Udc. Assente il Governatore Rosario Crocetta, bloccato a letto dalla febbre.

"Cio' che conta e' adesso arrivare all'abolizione dele province ed evitare di tornare al voto per enti inutili", spiega Davide Faraone. Non sono, pero', mancate le tensioni durante il vertice della notte scorsa. Per l'Udc il ddl arrivato in aula e che oggi sara' discusso, "e' da bocciare". Secondo il ministro D'Alia bisognerebbe azzerare il disegno di legge che istituisce i liberi consorzi e le citta' metropolitane e riscrivere un testo, entro oggi, che preveda solo l'istituzione di liberi consorzi di comuni con almeno 200 mila abitanti. Il Pd nel corso dell'incontro ha proposto che non siano previsti gettoni di presenza per gli amministratori dei liberi consorzi, "insimma niente competenze inutili". (segue)

(Ter/Opr/Adnkronos)