Sicilia: Picciolo (Drs), raggiunto buon accordo su riforma province
Sicilia: Picciolo (Drs), raggiunto buon accordo su riforma province

Palermo, 12 feb.- (Adnkronos) - "Abbiamo raggiunto un buon accordo sulla legge che sopprime le province e d il via libera ai liberi consorzi tra comuni. In particolare la norma che verr emendata subito, rispetto al testo attuale, prevede che al momento dell'entrata in vigore della nuova legge rimangano nove i liberi consorzi. Poi, entro sei mesi, i comuni avranno la possibilit di modificare l'assetto dei nuovi enti intermedi, attraverso deliberazioni dei consigli comunali, per territori che comunque abbiamo almeno 150 abitanti". Lo afferma Giuseppe Picciolo, capogruppo dei Democratici riformisti per la Sicilia all'Ars. "Inoltre gli organivamministrativi verranno gestiti direttamente da consiglieri comunali,veletti secondo medie ponderate e da sindaci. Questi ultimi eleggeranno loro colleghi al vertice della Giunta del libero consorzio. Sono convinto che in questo modo, grazie all'accordo raggiunto dalla maggioranza, si d attuazione ad uno dei punti fondamentali del programma di governo di Rosario Crocetta. Comprendo che talvolta i cambiamenti, come la riforma della province, vengono visti con tante perplessit. Ma non bisogna avere paura delle novit. Voglio, infine, sottolineare come la riforma intera sia improntata al risparmio dei costi della politica e di gestione amministrativa. Per quanto riguarda le aree metropolitane si parte dall'attuale assetto che prevede citt metropolitane per Palermo, Catania e Messina, ma auspicabile un intervento normativo serio che le svincoli dalle attuali aree urbane".

(Ter/Col/Adnkronos)