Staminali: Vannoni, biologa Molino ancora a Brescia per ordine giudice
Staminali: Vannoni, biologa Molino ancora a Brescia per ordine giudice
'Oggi regolarmente in laboratorio con collega di Medestea per coltivare cellule'

Milano, 11 feb. (Adnkronos Salute) - "Nessuno stop" delle infusioni Stamina agli Spedali Civili di Brescia. Erica Molino, la biologa della Fondazione non ancora iscritta all'Albo, "oggi era regolarmente al lavoro nel laboratorio" cellule staminali dell'azienda ospedaliera lombarda, "grazie a un provvedimento del giudice di Trapani che ieri si espresso con urgenza ordinando l'ingresso della nostra biologa in laboratorio". Lo annuncia all'Adnkronos Salute Davide Vannoni, presidente di Stamina Foundation.

In uno scambio di e-mail con Vannoni, la scorsa settimana il commissario straordinario dei Civili Ezio Belleri aveva chiesto chiarimenti sui requisiti della Molino, dopo che in un'audizione alla commissione Sanit del Senato il comandante dei Nas aveva segnalato la presenza nel laboratorio bresciano di un biologo abilitato alla professione, ma non iscritto all'Albo come sarebbe invece obbligatorio per legge. Rispondendo a Belleri, Vannoni aveva ammesso la mancata iscrizione della biologa di Stamina all'Albo. E in attesa di ottenerne l'inserimento, per non bloccare la coltura di cellule di 3 donatori gi conservate in laboratorio, aveva proposto la presenza di Erica Molino come "osservatore" affiancato da un'altra biologa, Manuela Martano. Una professionista "regolarmente iscritta all'Albo - conferma Vannoni - prestata da Medestea Spa", azienda che supporta Stamina.

Nel carteggio Belleri rifiutava la proposta, ma "ieri si espresso il giudice di Trapani - afferma il numero uno della Fondazione - e oggi sia Erica Molino sia Manuela Martano erano in laboratorio a Brescia, impegnate nella coltivazione di cellule". (segue)

(Opa/Ct/Adnkronos)