Vaticano: mons. Forte, da Benedetto XVI atto di profonda onesta'
Vaticano: mons. Forte, da Benedetto XVI atto di profonda onesta'
'Rinuncia coerente con lo stile, non ha mai cercato facile consenso delle folle'

Citt del Vaticano, 11 feb. (Adnkronos) - "La rinuncia al pontificato di Benedetto XVI stata un atto di obbedienza al fatto che egli sentiva venir meno le forze; stato un atto di profonda onest". E' la convinzione che esprime il teologo Bruno Forte, arcivescovo di Chieti e Vasto, intervistato da Radio Vaticana a un anno dall'annuncio di Joseph Ratzinger di rinuncia al proseguimento del suo pontificato. "A mio avviso - spiega - l’espressione coerente dello stile che papa Benedetto ha avuto durante l’intero pontificato: uno stile ispirato all’unica intenzione di piacere a Dio".

Infatti, osserva monsignor Forte, "nel suo modo di essere, Benedetto XVI non ha mai cercato il consenso facile delle folle. Egli stato un uomo che ha voluto portare avanti la riforma spirituale della Chiesa e dunque l’unica fondamentale esigenza, per lui, era quella che il suo modo di essere successore di Pietro, vescovo di Roma, Pastore della Chiesa Universale e il modo di essere della Chiesa intera fossero tali da piacere a Dio. Credo che questa sia la grande chiave di comprensione di tutto ci che papa Benedetto stato".

Ora, afferma l'arcivescovo teologo, "egli vede nel pontificato di papa Francesco la conferma che Dio ha voluto dare alla validit di questa scelta: una voce fresca, nuova, che in qualche modo anche sostenuta da una grande energia, anche fisica bisogna dire, quale papa Benedetto non avrebbe potuto avere.

(Red/Col/Adnkronos)