Crisi: Cia, crolla spesa cibo (-2,5 mld), carrelli italiani 'low cost'
Crisi: Cia, crolla spesa cibo (-2,5 mld), carrelli italiani 'low cost'

Roma, 11 feb.(Adnkronos) - La crisi e il calo drastico dei redditi, con il 50 per cento delle famiglie che si colloca nella fascia al di sotto di 17.804 euro annui (1.484 euro al mese), hanno costretto larga parte del Paese a mettere in pratica una feroce “spending review” casalinga, che coinvolge sempre pi spesso voci un tempo incomprimibili come il cibo. Solo nell’ultimo anno c’ stata una riduzione della spesa del 4 per cento circa, che vuol dire circa 2,5 miliardi di euro in meno per acquistare prodotti agroalimentari. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, commentando il rapporto ‘Noi Italia’ dell’Istat.

In verit, dice la Cia, oggi tutto il carrello alimentare degli italiani improntato al “low-cost”. Il 62 per cento delle famiglie riduce quantit e qualit del cibo acquistato, percentuale che per supera addirittura il 70 per cento al Sud. Inoltre, per 6,5 milioni di famiglie i discount sono diventati l’unica alternativa sostenibile per resistere ai colpi della crisi, mentre nel Mezzogiorno la disoccupazione pi alta e i redditi pi bassi fanno s che l’indice che misura la deprivazione materiale arrivi fino al 41 per cento, quasi il doppio della media italiana (24,9 per cento).

(Red/Col/Adnkronos)