Lavoro: ministero, nel 2013 introiti da sanzioni pari a 102 mln (-17%)
Lavoro: ministero, nel 2013 introiti da sanzioni pari a 102 mln (-17%)

Roma, 11 feb. - (Adnkronos) - Le somme effettivamente introitate nell’anno 2013 a seguito dell’irrogazione delle sanzioni amministrative (102.866.138 euro) evidenziano una contrazione del 17% rispetto al 2012. Fenomeno sul quale ha inciso, in un momento di difficolt delle imprese, una minor propensione verso il pagamento immediato degli importi sanzionatori. Lo rende noto il ministero del Lavoro al termine della riunione della Commissione centrale di coordinamento, della quale fanno parte tutti i soggetti che effettuano attivit di vigilanza in materia di lavoro e legislazione sociale.

Per quanto riguarda i provvedimenti di sospensione dell’attivit imprenditoriale nel corso del 2013 si registrano 7.885 provvedimenti (-6% rispetto al 2012), quasi tutti (7.864) dovuti all’occupazione di lavoratori 'in nero' in misura pari o superiore al 20% di quelli presenti sul luogo di lavoro. Soltanto 21 provvedimenti interdittivi sono stati adottati per gravi e reiterate violazioni della disciplina in materia di tutela della salute e sicurezza.

Con riferimento ai settori merceologici, il maggior numero di sospensioni adottate dal personale ispettivo si concentra nell’ambito dei pubblici esercizi (37%), dell’edilizia (23%) e del commercio (16%). I dati confermano, altres, la perdurante rilevanza del provvedimento interdittivo in questione quale efficace mezzo di contrasto dell’occupazione di lavoratori 'in nero', in quanto la revoca delle sospensioni, a seguito dell’avvenuta regolarizzazione delle posizioni lavorative, ha riguardato 6.601 aziende (84% dei casi, un punto percentuale in pi rispetto all’anno 2012). Mentre la maggior concentrazione delle regolarizzazioni si registra nei pubblici esercizi (90%), la minore incidenza delle ipotesi di revoca si evidenzia nel settore dell’industria (67%).

(Red/Col/Adnkronos)