Libri: con Passaro 'Alla ricerca del salario perduto', 30 anni dopo 'taglio' scala mobile
Libri: con Passaro 'Alla ricerca del salario perduto', 30 anni dopo 'taglio' scala mobile
Verra' presentato domani con Camusso, Bonanni e Angeletti

Roma, 11 feb. (Adnkronos/Labitalia) - Il 'taglio' della scala mobile e Craxi. L'inflazione galoppante e la riduzione dei salari. La spaccatura del sindacato, con Cisl e Uil da una parte e la Cgil dall'altra. E' un 'tuffo' in un'altra Italia, quella di trent'anni fa, quello proposto da 'Alla ricerca del salario perduto', l'ultimo libro (Tullio Pironti Editore) di Antonio Passaro, che racconta la storia del cosiddetto 'decreto di San Valentino', quello con cui l'allora premier Bettino Craxi, il 14 febbraio 1984, scardin la 'scala mobile', dimezzando i salari e spaccando il sindacato. Un libro che, pur ricordando il passato, punta a dare delle proposte sul mondo del lavoro per il presente e il futuro.

Il libro verr presentato domani, alle 11,30, a Palazzo Santa Chiara, a Roma, e nell'occasione si terr un dibattito tra i tre segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti. "Ho scritto questo libro -spiega a Labitalia Passaro, capo ufficio stampa della Uil e portavoce del segretario generale del sindacato Luigi Angeletti- per ricordare una vicenda di trent'anni fa, quando con un provvedimento, noto come il 'decreto di San Valentino', l'allora presidente del Consiglio, Bettino Craxi, tagli alcuni punti della scala mobile. In sostanza, determin una riduzione del salario. Fu una vicenda importante, che segn un'epoca -aggiunge- e fu spartiacque tra due momenti della storia del movimento sindacale italiano".

"Fu una scelta molto coraggiosa -ricorda Passaro- che spacc il sindacato. Ma fu una scelta -sottolinea- che alla fine si rivel vincente. Oggi, a trent'anni di distanza, noi viviamo una questione salariale che irrisolta. La tesi del libro molto semplice: trent'anni fa la moderazione salariale fu una necessit, oggi un errore macroeconomico. Trent'anni fa si ridusse il salario, oggi -sottolinea- il momento di fare scelte di carattere opposto, aumentandolo". (segue)

(Lab/Ct/Adnkronos)