Ogm: P. Scanio, Italia chieda ritiro proposta su mais Pioneer
Ogm: P. Scanio, Italia chieda ritiro proposta su mais Pioneer
'nessun obbligo giuridico a dare il via'

Roma, 11 feb. (Adnkronos) - "Oggi si rafforzata la posizione anti-Ogm degli Stati membri dell’Ue e spero davvero che la Commissione eviti forzature burocratiche che finirebbero per screditare ancora di pi la stessa Unione Europea". Cos il presidente della Fondazione UniVerde Alfonso Pecorario Scanio. "Condivido la posizione del ministro Moavero – continua l'ex ministro dell'Agricoltura che nel 2000 impose il bando degli Ogm in Italia - esprimendo apprezzamento per il netto no agli Ogm del nostro Paese e ora l'Italia deve chiedere alla Commissione di ritirare la proposta prendendo atto della richiesta di ben 19 Paesi contro i soli 5 favorevoli al mais della Pioneer e 4 astenuti".

"In Consiglio Affari Generali, stamane, ben 19 Paesi si sono schierati contro la proposta della Commissione ma non hanno formalizzato il voto e quindi ora la Commissione pu e deve ritirare la proposta come ha precisato in modo chiaro lo stesso servizio giuridico del Consiglio. Non esiste quindi alcun obbligo giuridico di dare il via libera al mais Ogm Pioneer - continua Pecoraro Scanio - peraltro assurdo che tra i 5 Paesi dichiaratisi favorevoli solo uno, la Spagna, coltivi davvero mais mentre Finlandia, Svezia e la stessa Gran Bretagna insistono per imporre la diffusione di mais che certo non mi risulta essere una tipica coltura di quelle agricolture".

(Red/Ct/Adnkronos)