Afghanistan: primo caso di polio a Kabul dal 2001, parte campagna vaccini
Afghanistan: primo caso di polio a Kabul dal 2001, parte campagna vaccini
colpita bambina di tre anni, contagio arriva soprattutto da Pakistan

Kabul, 11 feb. - (Adnkronos/Aki) - Il primo caso di poliomielite dalla caduta dei Talebani nel 2001 e' stato diagnosticato nella capitale afghana Kabul. Il caso riguarda una bambina di tre anni e il ministero della Salute ha immediatamente predisposto una campagna di vaccinazione in tutta la citta'. Nel resto del paese, come nel vicino Pakistan e nel nord della Nigeria, la polio e' una malattia endemica e in tutti e tre i paesi gli estremisti islamici ostacolano le campagna di vaccinazione.

In Afganistan, tuttavia, dal 2011 i Talebani hanno cominciato a limitare gli attacchi contro il personale responsabile delle vaccinazioni. Cosi', se nel 2011 si contavano 80 casi a livello nazionale, il dato e' sceso a 37 nel 2012 e 14 nel 2013. Il caso di Kabul riguarda una bambina della comunita' dei Kochi, un tempo nomadi e oggi insediatisi in un quartiere collinare a est della capitale. La campagna del ministero della Salute e' quindi partita proprio da quel quartiere, che e' sfornito di elettricita' e acqua corrente e dove molte famiglie della comunita' continuano a vivere nelle tende, nonostante l'inverno rigido.

La campagna di vaccinazione segue procedure piuttosto approssimative, mancando registri anagrafici affidabili. Una volta che un bambino ha ricevuto la medicina, viene segnato sulla mano con un pennarello indelebile e la data della vaccinazione viene scritta sul muro della sua abitazione. Un sistema rudimentale, ma che si e' dimostrato efficace nelle altre parti del paese. (segue)

(Rzz/Zn/Adnkronos)