Iran: lo zoroastrismo, la religione piu' antica che piace ai giovani/Scheda
Iran: lo zoroastrismo, la religione piu' antica che piace ai giovani/Scheda
(Rif.: 'Iran: anniversario rivoluzione, minoranze religiose restano nel mirino')

Teheran, 11 feb. - (Adnkronos/Aki) - Sono circa 25mila oggi i seguaci in Iran dello zoroastrismo, la religione piu' antica del paese. Nella loro storia, fin dalla conquista araba dell'impero sasanide, i zoroastriani sono sempre stati vittime di persecuzioni, conversioni forzate e violenze. L'unica tregua si ebbe durante la dinastia Pahlavi, che vedeva gli zoroastriani come un simbolo del nazionalismo iraniano. Dopo l'instaurazione della Repubblica islamica, ripresero nuovamente le pressioni contro i fedeli di questa comunita' e di conseguenza le migrazioni verso Stati Uniti, Canada, Regno Unito e Australia.

Yazd, nell'Iran centrale, e' la loro 'capitale' spirituale. La citt era un centro zoroastriano in epoca sasanide. Dopo la conquista islamica della Persia, molti zoroastriani delle province circostanti trovarono rifugio proprio a Yazd. La citta' rimase zoroastriana anche dopo la conquista, dietro il pagamento di un tributo.

Negli ultimi anni molti giovani iraniani hanno concentrato la propria attenzione sulla storia pre-islamica persiana e si sono cosi' avvicinati anche alla religione zoroastriana. Questa tendenza di una parte delle nuove generazioni ha suscitato le ire del clero sciita che ha aumentato i controlli nei confronti delle attivita' religiose e culturali degli zoroastriani. Secondo la Costituzione iraniana, la comunita' zoroastriana ha il diritto di eleggere un deputato in Parlamento.

(Spi/Ct/Adnkronos)