Libia: inchiesta Camera Usa su Bengasi, ignorate precedenti minacce
Libia: inchiesta Camera Usa su Bengasi, ignorate precedenti minacce

Washington, 11 feb. (Adnkronos/Washington Post) - La commissione Difesa della Camera dei rappresentanti ha concluso che la Casa Bianca e il dipartimento di Stato ignorarono le minacce precedenti all'attacco al consolato di Bengasi che, nel settembre del 2012, port alla morte dell'ambasciatore Chris Stevens ed altri tre americani. Sono queste le conclusioni dell'inchiesta condotta dalla commissione controllata dai repubblicani contenute in un rapporto che verr pubblicato oggi.

Conclusioni che non differiscono di molto da quelle raggiunte da altre commissioni della Camera, ma che sottolineano come le Forze armate americane non posso essere considerate responsabili per la tardiva risposta all'emergenza scattata al consolato dopo l'attacco. Nel rapporto si sottolinea che droni armati o altri aerei da attacco "non si trovavano ad una distanza ragionevole", mentre gli F16 che gli Stati Uniti hanno nella base di Aviano non erano stati messi in allerta e "non certo che sarebbero potuti essere utili in questo particolare frangente".

(Red/Col/Adnkronos)