Siria: Usa valutano legittimita' azioni contro Isis espulso da Qaeda
Siria: Usa valutano legittimita' azioni contro Isis espulso da Qaeda

Washington, 11 feb. (Adnkronos/Washington Post) - L'espulsione da al Qaeda dello Stato islamico dell'Iraq e del Levante (Isis) ha avviato un dibattito all'interno dell'amministrazione Usa riguardo alla legittimit di eventualli azioni contro il gruppo che combatte nel nord della Siria. La scorsa settimana, infatti, la leadership centrale di al Qaeda ha pubblicato sul suo sito che l'Isis non fa pi parte del suo network del terrore perch considerato troppo brutale.

Ora che non pi da considerarsi un affiliato di al Qaeda, l'Isis non rientrerebbe pi, secondo alcuni, nella lista di gruppi contro i quali il presidente americano pu ordinare legittimamente ordinare ogni tipo di attacco, in virt della legge, la famosa "Authorization for the use of military force", approvata subito dopo gli attacchi dell'11 settembre per colpirne i responsabili ed i loro alleati.

Nella lista degli affiliati rimarrebbero al momento cos quattro organizzazioni: al Qaeda nella Penisola Arabica e nel Maghreb, al Shabab e Jabhat al Nusra, gruppo rivale all'Isis sul fronte dell'opposizione violenta al regime siriano. Secondo altri, per, il presidente ha ancora l'autorit di ordinare raid contro l'Isis - organizzazione che preoccupa molto i servizi occidentali soprattutto per la sua capacit di reclutamento anche fuori dalla Siria - considerati i suoi profondi legami con al Qaeda e le ambizioni simili. Ma, sottolineano fonti dell'amministrazione, ancora non sarebbe stata presa nessuna decisione in merito.

(Red/Col/Adnkronos)